La storia del Tenshin Shoden Katori Shinto ryu

Le origini del Katori Shinto ryu

Il Tenshin Shoden Katori Shinto ryu è la più antica scuola, tuttora esistente, di Bujiutsu (arti marziali tradizionali) ed è considerata in Giappone "Tesoro della cultura e dell'arte Giapponese".
Fu fondata nel 1447 nel tempio shintoista di Katori, da cui la scuola ha preso il nome, da Izasa Iienao, che assunse poi il nome Choisai. Per volontà del Fondatore, la scuola è rimasta sempre indipendente da qualunque clan nobiliare o fazione politica nell'epoca del Giappone feudale.
L'addestramento comprende, oltre allo studio delle armi, anche insegnamenti riguardanti lo studio della tattica e della strategia militari, della medicina orientale ed insegnamenti esoterici (kujikiri) e di geomanzia (studio della conformazione del territorio).
La scuola è attualmente diretta dal caposcuola (soke) e discendente del fondatore Yasusada Shuri no Suke.


I Soke di Katori Shinto ryu dalle origini ad oggi

  1. Iizasa Choisai Ienao (Iga no Kami) [Fondatore]
  2. Wakasa no kami Morichika
  3. Wakasa no Kami Morinobu
  4. Yamashiro no Kami Moritsuna
  5. Saemon ni Jo Morishige
  6. Oi no Kami Morishige
  7. Shuri no suke Morinobu
  8. Shuri no suke Morinaga
  9. Shuri no suke Morihisa
  10. Shuri no suke Morisada
  11. Shuri no suke Morishige
  12. Shuri no suke Moritsugu
  13. Shuri no suke Morikiyo
  14. Shuri no suke Nagateru
  15. Shuri no suke Moriteru
  16. Shuri no suke Morishige (Kanrokusai)
  17. Shuri no suke Morifusa
  18. Shuri no suke Morisada
  19. Shuri no suke Kinjiro
  20. Shuri no suke Yasusada


La situazione attuale

Ci sono attualmente due dojo che hanno ricevuto ufficialmente, dopo la seconda guerra mondiale, il permesso concesso di insegnare Tenshin Shoden Katori Shinto ryu: il dojo di Otake Risuke a Narita e il dojo di Sugino Yukihiro a Kawasaki.
C’è un terzo dojo sotto la guida di Shiigi Munenori (secondo le conoscenze attuali) ma non è riconosciuto dal Soke. Questo è anche evidenziato dalla diversa (vecchia) ortografia della scuola 神刀 流 invece di 神道 流 attualmente in uso.
C'è poi un'ulteriore linea di insegnamento, originata dalla fuoriuscita del Maestro Hatakeyama Goro (deceduto nel 2009) dal dojo di Sugino Yukihiro, anche questa non riconosciuta ufficialmente dal Soke.

...


La nascita della scuola è riportata nei testi come una commistione di leggenda ed eventi storici, fatti e mitologia. Il fondatore, Iizasa Choisai Ienao (1387-1488), era il figlio di un Guerriero appartenente alla piccola nobiltà di campagna che viveva nel villaggio di Iizasa (oggi Tako-machi) nella prefettura di Chiba. Ancora giovane Ienao già si distingueva negli studi marziali della spada e della lancia. Presso gli uomini del clan Chiba, i suoi superiori, Ienao era ben conosciuto per la sua eccellenza nelle abilità marziali. Il giovane Ienao partecipò a combattimenti individuali sul campo di battaglia e non fu mai sconfitto. Così la sua fama di guerriero si estese velocemente da un capo all’altro del territorio. Più tardi, con la caduta del clan Chiba, Ienao si staccò dal suo stesso clan e dagli alleati e donò un migliaio di koku di riso al tempio di Katori ed eresse pure il Shintokusan Shinpuku-ji, un tempio, a Miyamotomura, Otsuki, dove donò un altro migliaio di koku di riso. Ienao si recluse a Umekiyama, un posto collocato vicino il recinto più interno del tempio di Katori. Durante il periodo in cui Ienao visse un’esistenza ritirata, avvenne che uno dei suoi devoti discepoli si recasse a lavare un cavallo ad una fonte vicino al tempio di Katori. Poco tempo dopo il cavallo iniziò a soffrire di forti dolori e, pochissimo dopo, morì. Ienao si meravigliò per l’accaduto ed attribuì questi straordinari effetti al potere divino di Futsu-nushi no Mikoto che, secondo lui, aveva provocato la morte del cavallo. All’età di sessant’anni allora, Ienao decise di dedicarsi ad una quotidiana adorazione al tempio di Katori per un periodo di mille giorni. Durante questo periodo, e dopo aver compiuto un’austera cerimonia di purificazione, s’impegnò in un severo regime di allenamento marziale. Mentre era in questo stato di disciplina spirituale, così ci narrano, Ienao ebbe una visione di Futsu-nushi no Mikoto. Questa potente divinità, con l’apparenza di un giovane ragazzo, apparve a Ienao dopo che si era seduto su un ramo di un vecchio albero di prugno, vicino al luogo dove era solito allenarsi. La visione offerse a Ienao un volume di Heiho Shinsho, un libro di strategia marziale scritto da mani divine. La visione gli predisse pure: “Tu diverrai il più grande maestro di tutti gli uomini di spada sotto il sole”. Dopo questa esperienza Ienao fondò la propria tradizione marziale e premise al nome formale di questa l’espressione “Tenshin Shoden”, che ricorda la trasmissione divina ricevuta da Futsu-nushi no Mikoto. Un enorme numero di manoscritti sulla strategia marziale sono tuttora conservati dall’attuale capo della famiglia Iizasa a testimonianza della grande esperienza pratica e spirituale acquisita da Ienao nelle discipline marziali. Il maestro Iizasa Choisai Ienao morì, sorprendentemente, alla veneranda, ed inconsueta, età di centodue anni. Il suo postumo nome buddista è Taiganin-den Taira-no-Ason-Iga-no-Kami-Raiodo-Hon-Dai-Koji; quello di sua moglie è Kagakuin-den-Myoshitsu-Seikyo-Taishi.





interview-yoshio-sugino-katori-shinto/